Masterclass di Yin Yoga a Cesena

Yin Yoga

e Suono per il benessere di fine inverno

Sabato 16 febbraio 2019: una lezione speciale di introduzione e approfondimento di Yin Yoga, con l’accompagnamento del Suono, insieme agli insegnanti Elisa Fantini (Yin Yoga) e Gabriele Poggiali (suono).

Siamo parte della Natura e armonizzare la nostra pratica dello yoga con i cicli naturali ci permette di essere più consapevoli e di incrementare la nostra energia vitale.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, i reni e la vescica urinaria, sono gli organi associati alla stagione invernale, direttamente collegati con la struttura integrale del corpo: gli ormoni, il sistema nervoso, le ossa, l’energia sessuale e le funzioni del sistema riproduttivo.

Uno squilibrio nei meridiani di Reni e Vescica, sovraccaricati nei mesi freddi, si può manifestare come mancanza d’energia vitale, squilibrio ormonale, problemi alle articolazioni, dolore alle ossa, insonnia…

In questa speciale lezione di Yin Yoga ci dedicheremo a una sequenza introspettiva di fine inverno, che lavora su questi due meridiani per generare calore interno, stimolare le articolazioni, calmare ed equilibrare. Ricaricheremo il corpo e questi organi così da prepararci ad affrontare al meglio il risveglio di primavera.

Come partecipare?

Per informazioni  e per prenotare la tua partecipazione, contatta il Centro Le Vie del Dharma!

Lo Yin Yoga

Yin Yoga è una pratica morbida e riflessiva, adatta sia ai principianti di qualsiasi età e forma fisica, sia a chi già pratica yoga: lo yoga “yin” è infatti il perfetto complemento per chi pratica uno stile di yoga dinamico e intenso.

Questa lezione di approfondimento è aperta a tutti quelli che vogliono conoscere e sperimentare la pratica yin, praticanti anche di altri stili di yoga o principianti che vogliono approcciarsi alla pratica.

La Medicina Tradizionale Cinese e il Suono

Durante tutta la lezione, la pratica yoga sarà accompagnata dal suono di campane tibetane armoniche, gong, canto armonico e altri strumenti ancestrali.

“Ogni periodo ha una sua vibrazione: estate, inverno, primavera e autunno. Cercare di seguire questa armonia è fondamentale. Il suono può facilitare questo processo, allineandoci con la vibrazione giusta. Coadiuvando i nostri gesti e le nostre azioni, appoggiandoci come la calma corrente di un grande fiume che ci trasporta, il suono ci sostiene ma non ci costringe nel movimento. Tutto è vibrazione e andare in risonanza con la vibrazione del periodo è quello che naturalmente cerca il nostro corpo.

Per la Medicina Tradizionale Cinese gli ultimi giorni di gennaio e la prima metà di febbraio sono giorni con un cambio di energia molto importante. A febbraio riparte l’energia Yang terrestre, si esce dal periodo Acqua, un momento di massima energia Yin, per andare verso l’elemento Legno. In questo momento si può dire che “riparte” l’energia della Terra, per iniziare un nuovo ciclo che durerà un anno. Ma questo cambio non è istantaneo, la Natura ci lascia il tempo per adattarci, per lasciare sedimentare quello che abbiamo imparato e per lasciare andare le energie che non ci servono più; è il momento di radicarci, pronti per la nuova espansione che ci porterà l’energia Legno. In questo momento dell’anno allinearci con la vibrazione giusta ci permetterà di sfruttare tutta la spinta che sta per arrivare. Per spiegarlo con un’immagine, in questo momento dell’anno possiamo scegliere se scivolare lentamente in acqua dal bordo della piscina, se scaldarci sul posto saltellando e partire cominciando a nuotare, oppure arrivare già caldi e tuffarsi direttamente in acqua, in avanti. Più abbiamo resistenze. più questa partenza sarà faticosa. Ogni stagione ha una vibrazione diversa. Quando cambiano la temperatura, l’umidità e i venti, cambia anche completamente il modo in cui la vibrazione si diffonde nell’ambiente. Il suono per propagarsi ha bisogno di un corpo, di una sostanza che lo trasmetta, e a seconda della stagione le condizioni di diffusione del suono cambiano. Ogni elemento della Medicina Tradizionale cinese ha una sua propria vibrazione. La musica classica cinese è composta principalmente da cinque note o suoni:
  • Jiao, corrisponde al MI e appartiene all’elemento Legno,
  • Zhi, corrisponde al SOL e appartiene all’elemento Fuoco,
  • Gong, corrisponde al DO e appartiene all’elemento Terra,
  • Shang, corrisponde al RE e appartiene all’elemento Metallo,
  • Yu, corrisponde al LA e all’elemento Acqua.
La musica tradizionale è suonata con strumenti come flauti, tamburi e gong. Ognuna di queste note risuona con un elemento diverso e il loro corretto utilizzo può creare armonia, quell’armonia che ci serve per passare fluidi nel cambiamento di energia. Quando il suono attraversa il nostro corpo lascia un’informazione: se questa informazione è di armonia ed è in risonanza col periodo che stiamo attraversando, aiuta il corpo a capire come allinearsi più facilmente a questa energia. Durante la pratica Yoga verranno suonate tutte le note degli elementi per creare armonia tra tutti i suoni. Ci saranno momenti in cui l’accento verterà più su di un suono rispetto ad un altro e questo cambierà dall’Asana che verrà effettuato in quel momento, quindi dal meridiano che verrà stimolato maggiormente e dalla difficoltà o meno che mostreranno i praticanti nell’eseguirla e sostenerla. Il suono quindi sarà guidato dalla sequenza di movimenti, dai praticanti e dall’energia del periodo, creando un’esperienza unica e sempre nuova.”

(Gabriele Poggiali, insegnante di Tai Chi e Qi Gong)

Le Vie del Dharma è una A.S.D. affiliata a CSEN. Tutte le attività sono rivolte agli associati.
Calendario degli appuntamenti
sabato 16 febbraio 2019
10:00 - 12:00

Per informazioni e iscrizioni:

Tutte le attività del Centro sono riservate ai soci dell'associazione Le Vie del Dharma.

Elisa Fantini, insegnante di vinyasa yoga e yin yogaInsegnante: Elisa Fantini

Insegnante Yoga diplomata presso la scuola di Vinyasa Yoga Hari-Om, (diploma 500 h Yoga Alliance), Elisa inizia a praticare nel 2004. Fin da piccola ha giocato con il movimento e amato la danza, in continuo cambiamento alla ricerca dell’espressione ideale del corpo e di sé, che ha trovato la sua forma perfetta solo nell’incontro con la pratica yoga.

Affascinata dalla filosofia orientale ma anche dalla psicologia occidentale, si diploma nel 2010 in Counseling Yoga, preferendo poi continuare il suo cammino unicamente sulla strada dello Yoga e avvicinarsi alle persone su questa via.

Ha studiato e ancora studia con diversi insegnanti e si è approcciata a vari stili (Hatha Yoga – Iyengar – Ashtanga e Vinyasa yoga) definendo così la sua visione di una pratica integrale senza limiti di stile o tradizione. Agli studi di una pratica Yang più energica e muscolare, ha affiancato l’approfondimento del più morbido e dolce Yin Yoga, frequentando in Svezia lo Yin Yoga Teacher Training di Biff Mithoefer (maggio 2015) e approfondendo con passione questa attitudine alla pratica. Attualmente fa parte del corpo docenti del Corso Insegnanti Yoga della scuola Hari-Om.

Gabriele Poggiali - insegnante di Qi Gong e Tai ChiInsegnante: Gabriele Poggiali

Gabriele pratica arti marziali dal 1995, ha iniziato il suo percorso praticando il Kung Fu; quando ha iniziato a sentire la necessità di compensare l’approccio prevalente fisico avuto fino a quel momento, si è rivolto alla pratica del TaiJiQuan e Qi Gong. Praticare Qi Gong lo ha aiutato a risolvere problemi dovuti a una scoliosi, che lo aveva costretto in un busto ortopedico per quasi 6 anni. A oggi Gabriele è istruttore FiWuk (Federazione Italiana Wushu Kung Fu) e pratica regolarmente Qi Gong, Taijiquan e attività sportive al chiuso e all’aperto. Il Qi Gong è parte fondamentale della sua salute, un benessere al quale farebbe fatica a rinunciare e che, per le sue qualità, vuole condividere con più persone possibile.