Seminario di Massaggio Tantrico a Cesena

Seminario di Massaggio Tantrico

Il massaggio tantrico kashmiro: una potente forma di meditazione

Venerdì 18 gennaio 2019, 20:30

“Lo Yoga di Kali” – serata di presentazione del seminario

con la relatrice Maura Gigliotti

SERATA A INGRESSO GRATUITO

Il massaggio tantrico: veicolo potente di emozioni e di corretta espansione della Kundalini.

La pratica del massaggio tantrico come terapia emozionale e fisica è una forma di manipolazione dei chakra, che vengono armonizzati dal massaggio.

Le tecniche specifiche e le pratiche del Tantra pongono chi le riceve o le esegue in una condizione di ipersensibilità, in cui ogni nervo del corpo vibra a una frequenza superiore, grazie all’aumento della circolazione del sangue. Queste correnti  aprono a tutti i livelli di coscienza.

“Una volta che avrete realizzato il segreto del corpo realizzerete il segreto dell’universo”.

Il massaggio tantrico prevede la realizzazione di una unione cosmica tra sé e l’altro. Il massaggio prevede uno stato di completo abbandono, di ricezione assoluta. Gli occhi sono chiusi e il corpo si apre a ricevere in piena presenza e consapevolezza.

Durante il massaggio l’esecuzione è guidata dal gesto, dal sentire del corpo. Il gesto è deprivato dell’intenzione ed è puro perché nell’intenzione si radica la paura. Il Tantra non abita la paura, sollecita il corpo inducendo uno stato di benessere profondo, agendo sui centri sottili e favorendo una regressione temporale fino a sentimenti di natura preuterina.

Il massaggio lavora sull’energia sessuale, la raffina, la espande, la libera, non la radica solo negli organi genitali, ne beneficia tutto il corpo che viene massaggiato in maniera assolutamente consapevole, da qui il nome di Yoga del tocco: attraverso le mani ci si mette in ascolto e il corpo ci parla.

Occorre chiarire diversi aspetti che riguardano il massaggio tantrico, spesso malinteso. Il massaggio tantrico viene infatti il più delle volte associato a momenti erotici o sessuali: la nostra cultura è molto confusa sulla propria visione della sessualità. Da una parte vi sono pressioni culturali tese a inibire l’espressione sessuale degli individui, e come risultato cercare di evitare il sesso crea l’ossessione opposta. Il sesso rappresenta il mezzo attraverso il quale possiamo arrivare a conoscere l’amore, l’amore è energia sessuale trasformata.

Nel massaggio tantrico si auspica l’abbandono nella consapevolezza e nella presenza. Il corpo viene chiamato a una esperienza fortemente carnale, ma anche fortemente mistica. Non c’è dualità né opposizione, ma la ricerca dell’unità corpo-mente. Il massaggio tantrico è pratica terapeutica, è mistica iniziazione, è gioia del corpo che si riappropria di sé.

Il programma del seminario

Il seminario è articolato in due giorni e prevede la pratica di Tàndava, una danza meditativa funzionale all’esecuzione del massaggio.

Sabato 23 febbraio

Ore 9.00/10.00 – Introduzione  alla pratica del Massaggio tantriko kashmiro

Ore 10.00/11.00 – Rilassamento e Tàndava

Ore 11.30/12.00 – Dimostrazione del Massaggio tantrico kashmiro senza spiegazione

Ore 12.00/13.30 – Pausa

Ore 13.30/18.00 – Scambio Massaggio tantrico kashmiro

Ore 18.00/18.30 – Pausa

Ore 18.30/19.30 – Domande e risposte

Domenica 24 febbraio

Ore 9.00/10.00 – Tándava e rilassamento

Ore 10.00/11.30 – Dimostrazione del Massaggio tantriko kashmiro e spiegazione tecnica

Ore 11.30/12.30 – Domande e risposte

Ore 12.30/13.30 – Pausa

Ore 13.30/16.30 – Scambio massaggio

Ore 16.30/17.00 – Pausa

Ore 17.00/18.00 – Chiusura lavori e condivisione

È necessario che i partecipanti abbiano con sé dei teli larghi, uno scalda olio o scalda biberon e dell’olio di mandorle dolci. Un paio di infradito per evitare di camminare a piedi nudi dopo il massaggio (a causa dell’olio).

Il Massaggio Tantrico: un approfondimento sul tema

Un ostacolo serio per il praticante occidentale consiste nella profonda convinzione che la sessualità sia qualcosa di malvagio e depravato, probabilmente è tutta la vita che si sente dire che deve fare una scelta fra il piano spirituale e quello sessuale – è un sollievo scoprire che tale scelta non è necessaria.

“Il Tantra non è una licenza per il sesso sfrenato, perché le sue pratiche richiedono una grande disciplina. Il sistema del Tantra yoga usa l’energia più potente che abbiamo: quella sessuale per penetrare nel regno spirituale. Invece di allontanarsi dall’illusione dell’esistenza fisica, gli yogi tantrici entrano totalmente in questa dimensione fisica.

L’energia sessuale non espressa si trasforma in nevrosi e violenza. Diventiamo al contempo schiavi della mostra sessualità, ma non abbiamo il permesso di esprimerla e così la nostra fame non è mai soddisfatta.

La nostra civiltà ha storicamente proibito l’espressione dell’amore condannando la sessualità, il mondo contemporaneo ignora l’amore pur sfruttando la sessualità, il tantrico deve spezzare questi stereotipi e sfidare i precetti morali perché il sesso rappresenta il mezzo attraverso il quale possiamo arrivare a conoscere l’amore.

L’ amore è energia sessuale trasformata. Per conoscere la verità fondamentale dell’amore dovete innanzitutto accettare la divinità del sesso ed imparare ad adorare il divino attraverso i sensi e attraverso la carne. Più sarete capaci di accettare il sesso più sarete liberi.”

Il Tantra è un momento riservato a una persona e alla sua percezione, poco importa se c’è qualcun altro. Il Tantra è per i singoli e per le coppie.

“Chi non sa stare da solo non sa stare nemmeno in coppia” recitano i testi tantrici: se la coppia non è la mera somma di due nevrosi, allora consiste nell’entrare in contatto di due individui liberi che non hanno bisogno uno dell’altro; individui che nella solitudine stanno bene e che partendo da questo senso di pienezza e soddisfazione vogliono e peraltro sanno condividere la propria felicità con un’altra persona.

Per comprendere appieno la filosofia tantrica bisogna entrare nel giusto ordine delle cose.

Tantra è un concetto filosofico che riconosce la sacralità del mondo. È una scienza e si occupa della realtà di ciò che si è. Non è morale né immorale. Non cerca cioè di individuare ciò che c’è di buono e giusto o ciò che c’è di sbagliato. Ogni morale crea un senso di colpa, crea ipocrisia.

Il Tantra si basa sull’azione, si padroneggia il desiderio e il piacere non combattendoli o rimuovendoli, ma immergendovisi totalmente. È dire sì alla vitalità, alla sacralità del corpo e alla gioia della sessualità e dell’amore.

Nel Tantra il corpo è considerato il tempio di Dio, quindi è doveroso prendersene cura ed amarlo. Per realizzare ciò occorre permettere all’energia di fluire liberamente attraverso tutto il nostro corpo. L’energia sessuale o Kundalini è l’energia esistenziale ed è presente in ogni cellula del corpo – può essere un fattore limitante oppure può essere il trampolino per l’evoluzione.

Per il Tantra tutto è sacro, non vi è nulla di profano, non c’è nulla a cui opporsi.

Relatrice: Maura GigliottiRelatrice: Maura Gigliotti

Da sempre profondamente appassionata di tutto ciò che offre la possibilità di approfondire intimamente quello che in qualche maniera ci attraversa in maniera sottile, Maura Gigliotti ha un master Rai come Sceneggiatrice di Fiction ed è autrice di racconti e di un romanzo dal titolo Calabreanomalie (Casa Editrice La Mongolfiera). È autrice teatrale, con due spettacoli all’attivo: La dolcezza del mandorlo, scritto insieme a Ettore Castagna, e Dell’acqua e dell’oblio.

Maura è diplomata per l’Insegnamento Yoga presso l’Associazione Chandra Surya Yoga della Maestra Cinzia Onorati, con A.S.D. International Striding Academy. Attualmente sta frequentando il secondo anno dell’Accademia di Yoga Ratna della Maestra Gabriella Cella Al Chamali.

Appassionata di strumenti tradizionali (organetto, zampogna, lira calabrese e tamburello) ha proposto un’interessante combinazione tra lo studio dello Yoga e il suono della zampogna e spesso si avvale del suono evocativo di tali strumenti nel corso delle sue lezioni. L’approfondimento di tutto ciò che concerne la musica e la scrittura si è integrato con lo studio dello Yoga e in particolare dell’Hatha e dello Yoga Ratna, ed è poi proseguito con una profonda ricerca con un’altra branca dello Yoga: il Tantra.

Ha frequentato stage e seminari di massaggio tantrico di Daniel Odier ed Eric Baret.

Le Vie del Dharma è unassociazione sportiva dilettantesta e di promozione sociale affiliata a AICS e CSEN. Tutte le attività sono rivolte agli associati.
Calendario degli appuntamenti
Venerdì 18 gennaio 2019
20:30
Lo Yoga di Kali - Presentazione del seminario, ingresso libero
Sabato 23 febbraio 2019
9:00 - 12:30 e 13:30 - 19.30
Domenica 24 febbraio 2019
9:00 - 12:30 e 13:30 - 19.30
Per informazioni e iscrizioni:
I vantaggi di iscriversi presto
Le Vie del Dharma è un'associazione sportiva dilettantesca e di promozione sociale affiliata a CSEN e AICS. Associandoti potrai accedere a tutte le attività proposte dall'Associazione - incluso il corso di Massaggio Tantrico.
Solo se si raggiungerà un numero minimo di iscritti potranno essere coperte le spese del corso, perciò ti invitiamo a iscriverti (e ad associarti, in caso tu non lo abbia già fatto) prima possibile.
Iscriversi presto è molto conveniente anche per te: potrai infatti beneficiare di agevolazioni.
Se ti iscrivi entro il 15 gennaio: 200€ anziché 260€