Home Vivi Yoga

Cos'è il Sat Nam Rasayan

Se l’oggetto del Kundalini Yoga è insegnare a ciascun individuo come provocare l’espansione della coscienza, il Sat Nam Rasayan è l’arte di usare questa espansione per fini curativi, controllando e padroneggiando l’equilibrio dei cinque elementi di cui è formato il nostro corpo: terra, acqua, fuoco, aria, etere.

Normalmente quando si impara a meditare, si sviluppa la concentrazione al terzo occhio, o nel chakra della Corona, si vibrano mantra: alla fine si raggiunge lo stato di meditazione profonda che accresce la consapevolezza nella meditazione e nella vita quotidiana.

Sangeet Kaur, insegnante di Kundalini Yoga e Sat Nam Rasayan, porterà questa disciplina a Vivi Yoga, con la masterlass “Sat Nam Rasayan. Il Braccio Curativo del Kundalini Yoga ” , domenica 7 maggio dalle 16:00 alle 17:30.
Se vuoi partecipare, iscrivendoti presto puoi farlo a un prezzo speciale: clicca qui per acquistare la masterclass!

Cos’è il Sat Nam Rasayan?

Con il Sat Nam Rasayan l’individuo entra nello stato meditativo direttamente attraverso la consapevolezza e la sensitività: questa arte curativa usa solo la consapevolezza per curare. In questo senso è un’esperienza molto profonda di meditazione e una forma avanzata di autoconoscenza e di autocura. Attraverso la pratica del Sat Nam Rasayan si possono produrre dei cambiamenti sostanziali nella consapevolezza, nel campo magnetico e nella chimica stessa dell’organismo; delle modificazioni che vanno ad innestare un processo di autoguarigione dell’intero sistema spirituale, mentale e fisico dell’individuo.

La malattia, il disagio, sono mantenuti perché la persona mantiene i conflitti che non vuole lasciare andare. Questi conflitti danno un senso di identità, o meglio, c’è un processo di identificazione con essi. Lo Yoga afferma che la vera identità di un essere umano è l’Anima. I problemi insorgono quando l’uomo dimentica la sua vera identità e si identifica totalmente con i propri pensieri, con le circostanze della vita e con l’ambiente. Questa identificazione sbagliata è l’origine di molta sofferenza.

L’obiettivo del Sat Nam Rasayan è mettere il processo di coscienza individuale in risonanza con quello dell’Universo, riducendo progressivamente la distanza che separa la coscienza dagli avvenimenti che costituiscono la realtà nel suo insieme, fino al punto in cui la coscienza e l’evento sono UNO. Attraverso una costante pratica si giunge allo stato della coscienza meditativa, cioè quello stato che permette alla coscienza di diventare trascendente.

Benefici del Sat Nam Rasayan per il curatore

I benefici del Sat Nam Rasayan per il curatore sono notevoli, perché il Sat Nam Rasayan apre le porte a insospettabili abilità:

  • a poco a poco dissolve i fattori che condizionano la nostra consapevolezza, sviluppando la nostra sensitività, dando l’esperienza di un ordine più vasto e profondo.
  • Il curatore sviluppa l’intuizione che spalanca le porte di un mondo sconosciuto di percezioni.
  • Aumenta la tolleranza e la flessibilità nella vita di tutti i giorni.
  • I pregiudizi e l’autocritica a poco a poco diminuiscono.
  • Si acquista la stabilità emotiva, una reale capacità di amare se stessi e gli altri, una accresciuta capacità di lavoro e di concentrazione mentale.

Vieni a provare il Sat Nam Rasayan a Vivi Yoga, con Sangeet Kaur! Clicca qui per iscriverti alla masterclass.


anatomia-dei-miracoliLetture: Anatomia dei Miracoli, di Subagh Singh Khalsa, Astrolabio Ubaldini Edizioni

La tecnica del Sat Nam Rasayan aiuta a propiziare la guarigione di sé e degli altri. Subagh Singh Khalsa guida il lettore passo dopo passo nell’apprendimento di questa tecnica, rimasta segreta per più di quattro secoli e solo da qualche decennio resa pubblica dal maestro Yogi Bhajan. Il Sat Nam Rasayan è semplice e accessibile ma, come ogni vera tecnica, necessita di una pratica costante.

Scritto da
Sangeet Kaur pratica Kundalini Yoga da trent'anni. Ha una formazione umanistica. Allieva diretta di Yogi Bhajan, insegna Kundalini Yoga (diplomata dal KRI – Kundalini Research Institute) dal 1997. Dal 2000 insegna Sat Nam Rasayan, antica tecnica curativa indiana, con Guru Dev Singh Khalsa come riferimento continuo alla conoscenza e alla pratica. Ha partecipato a numerosi seminari di KY e SNR in Europa, India, Stati Uniti e Messico e ha condotto centinaia di workshop in Italia. È formatrice di insegnanti di KY e formatrice di curatori di Sat Nam Rasayan di primo e secondo livello. È Yogaterapeuta, cura con il Sat Nam Rasayan; usa il Gong, come insegnato da Yogi Bhajan, per il rilassamento e recupero delle energie. Utilizza la Numerologia Tantrica Applicata per aiutare la persona a definire i propri punti di stimolo e di forza nelle linee della vita e del processo di consapevolezza del proprio destino.

Scrivici un commento

VIVI YOGA