Home Facciamo yoga Asana

Parvatasana, la posizione della montagna sacra

Parvatasana, la posizione della montagna sacra, prende il nome dalla dèa Parvati, cui è dedicata.

Significati, simboli ed etimologia

Parvati è il nome della dèa; asana è la posizione (dedicata a)

Nella mitologia indù il dio Parvata impersona la montagna sacra (in particolare l’Himalaya, o Himavat). Parvati è sua figlia, sposa del dio Shiva.

In questa posizione la base del corpo rappresenta la forza della terra e il vertice del capo, con le braccia che lo circondano allungandosi verso l’alto, sono la proiezione verso il cielo. Il corpo assume una forma a triangolo, che simboleggia il cammino dell’adepto dal molteplice all’uno, verso la vetta.

Caratteristiche

Mantra: Om Sri Parvatiyai namah
Bija mantra: LAM, veicolo dell’elemento terra
Elementi: aria, fuoco e terra, predominante
Natura: neutra
Chakra attivato: Muladhara, il primo chakra
Soffio vitale:apana
Respirazione:toracica
Asana compensatrici: aditi, jhilli, stambha
Stagione propizia: estate
Ora adatta:sera
La posizione è adatta: a chi spreca le proprie energie

Benefici

Eseguire Parvatasana rafforza le spalle, le braccia e i muscoli del torace; tonifica tutti gli organi interni.

Controindicazioni

Nessuna

Esecuzione

come eseguire parvatasana, la posizione della montagna sacra

  • Seduti a gambe incrociate, con la schiena ben eretta;
  • durante un’inspirazione, portare le braccia verso l’alto, aprendole dapprima lateralmente e, all’altezza delle spalle, ruotando i palmi delle mani verso l’alto;
  • continuare a sollevare le braccia, fino alla verticale, sopra il capo;
  • congiungere le mani intrecciando i pollici e allungare bene le braccia e il busto verso l’alto;
  • restare per 4-5 respiri, tornare espirando e ripetendo gli stessi gesti al contrario, riposare qualche momento
  • ripetere altre 2 volte, aumentando la statica di 1-2 respiri.

Varianti

Invece che seduti a gambe incrociate, si può stare in ginocchio o su un panchetto da meditazione, oppure anche su una sedia.

Scrivici un commento