Home Facciamo yoga Asana

Natarajasana, la posizione del signore della danza

Natarajasana è la posizione yoga del “signore della danza”: prende questo nome dalle raffigurazioni del dio Shiva, spesso mostrato in uno stato di danza estatica, con la mano sinistra sollevata e il piede destro danzante sul corpo dell’ignoranza.

La proponiamo come asana collegata al settimo chakra, Sahasrara: in generale non sono molte le posture che si focalizzano specificamente sul settimo chakra, ma ogni asana può avere un aspetto che riguarda il chakra della corona, “se la pratichiamo allo scopo di allungare la corona verso l’alto, di affinare la consapevolezza verso uno stato meditativo, e di volgere il prana verso l’abbandono e la venerazione del Divino” – come scrive Anodea Judith nel suo libro Yoga e Chakra. “Considero Natarajasana una posizione del settimo chakra perché la sua base è molto piccola (un piede) mentre il piede staccato da terra, la testa e la mano sono sollevati verso l’alto, riflettendo il nostro protenderci verso la grazia suprema e la benedizione degli dei. Premere giù nella materia e sollevarsi verso il cielo riflette l’eterna danza tra Shiva e Shakti, in cui Shakti è la forza creativa che anima Shiva dalla sua immobilità meditativa.”

Come eseguire Natarajasana

Come eseguire la posizione del dio della danza

  1. Iniziate in piedi in Tadasana, la Posizione della montagna, e trovate il vostro asse centrale. Estendete le radici in basso e portate la corona verso l’alto.
  2. Piegate il gomito destro lungo il fianco, portando l’avambraccio in fuori lateralmente, a formare un angolo retto. Sollevate il braccio sinistro oltre la testa. Immaginate di allungarvi verso il fiore più alto di un albero per coglierlo come offerta.
  3. Piegate il ginocchio destro e allungatelo all’indietro insieme alla mano destra, fino ad afferrare con essa la caviglia destra dall’interno, con le dita della mano rivolte all’esterno e il pollice all’indietro. Ritrovate equilibrio e stabilità portando le cosce a unirsi, radicando il coccige verso il basso e riassestando il vostro asse verticale.
  4. Allungatevi dalla radice alla corona mentre piegate il busto in avanti, premendo il piede posteriore contro la mano e sollevando la gamba posteriore quanto vi è possibile verso l’alto, senza perdere stabilità. Muovetevi lentamente e fluidamente.
  5. Estendete il braccio sinistro in avanti e leggermente verso l’alto, tenendo il vostro fiore immaginario tra il pollice e l’indice, e le altre tre dita estese.
  6. Portate verso l’alto la sommità della testa, il piede posteriore e la mano tesa.
  7. Per uscire dalla posizione, riportate il busto in posizione eretta e sciogliete il piede posteriore facendolo scendere a terra. Rimanete in Tadasana, poi ripetete sull’altro lato.

Linee guida per eseguire Natarajasana

  • I principianti potranno eseguire Natarajasana usando una cinghia per collegare la mano al piede.
  • Muovetevi lentamente, stabilizzando il vostro equilibrio a ogni passaggio.
  • Attivate il vostro asse centrale mentre vi estendete in avanti.
  • Trovate un punto a qualche metro da voi su cui focalizzare lo sguardo per aiutarvi a mantenere l’equilibrio.
  • Sollevate la gamba posteriore mentre vi inclinate in avanti, premendo più fermamente nella vostra mano la gamba sollevata.
  • Radicatevi nella gamba a terra, contraendo i muscoli verso le ossa, e sentite come spingere in basso vi aiuta a sollevarvi verso l’alto.
  • Sforzatevi di tenere il bacino parallelo a terra, e le due spalle in linea frontalmente al lato corto anteriore del materassino.
  • Sorridete visualizzando la divinità che accetta la vostra offerta.

yoga-e-chakra-libroYoga e Chakra, di Anodea Judith, Macro Edizioni

Questa scheda di Natarajasana, le foto e le istruzioni per eseguire questa posizione yoga con particolare riferimento al settimo chakra, sono tratte dal libro di Anodea Judith Yoga e Chakra, un bel manuale pratico per fare yoga in base al sistema dei chakra. Nelle pagine di Yoga e Chakra troverai questa e moltissime altre posizioni yoga, organizzate in sequenze specifiche per lavorare sui sette chakra principali.
Acquista Yoga e Chakra →


Benefici di Natarajasana

Praticare Natarajasana, la posizione del signore della danza, rafforza l’asse centrale, sviluppa equilibrio e concentrazione, apre petto e spalle, accresce la capacità polmonare e rafforza le gambe. Inoltre riduce lo stress, favorisce la chiarezza mentale, favorisce una sensazione di espansione.

Quando evitare Natarajasana, o eseguirla con cautela

In cado di:

  • Ipertensione arteriosa.
  • Lesioni alle spalle.
  • Vertigini.
  • Problemi di equilibrio.

Altre letture su chakra e asana

chakraruotedivitaokChakra. Ruote di Vita, di Anodea Judith, Macro Edizioni

Chakra. Ruote di vita  è il libro più noto di Anodea Judith e non a caso. È ormai divenuto un classico tra i libri dedicati ai chakra e questa nuova versione italiana gli dà anche la bella veste grafica che merita. Questo testo descrive il sistema dei chakra in modo più teorico e filosofico, ma in uno stile chiaro e coinvolgente, con tanti riferimenti alla nostra esperienza personale dei chakra ed esempi pratici di esercizi, attività artistiche, yoga e visualizzazioni per lavorare sui chakra.


risveglia-i-chakraRisveglia i Chakra, di Jayadev Jaerschky, Ananda Edizioni

L’unico libro sui chakra dalla tradizione dell’Ananda Yoga, secondo gli insegnamenti di Paramhansa Yogananda. Ricco di informazioni, spesso inedite e sorprendenti, e utili pratiche per scoprire personalmente i chakra: come percepirli, come stimolarli, come aprirli per ottenere profondi benefici.


Scrivici un commento