Home Cos'è lo yoga Le scuole

Kundalini Yoga: il risveglio della consapevolezza

Sono molteplici gli stili di yoga che possiamo trovare oggi, molti tradizionali e tanti contemporanei. Alcuni enfatizzano l’uso del corpo, altri l’uso della voce, altri ancora lo studio della mente. Il Kundalini Yoga è una di queste vie e la sua origine si perde nel tempo.

Per migliaia di anni è stato trasmesso segretamente da maestro a discepolo, fino a quando nel 1968 il maestro Yogi Bhajan ha iniziato a insegnarlo pubblicamente negli Stati Uniti, interrompendo consapevolmente la tradizione della segretezza e rendendolo, da quel momento, accessibile a chiunque. Da allora tanti sono gli insegnanti che si sono formati per diffonderlo nel mondo, e tanti i praticanti.

Una tecnologia di consapevolezza creativa

La pratica del Kundalini Yoga si articola in un insieme di vari elementi, che ne fanno una disciplina molto creativa e imprevedibile:

  • Un’intensa stimolazione del fisico con la pratica delle asana, esercizi anche molto dinamici, danza
  • Attenzione continua al respiro con il pranayama, tecniche di controllo dell’energia vitale (prana) tipiche del mondo yogico tradizionale, abbinate a posizioni specifiche del corpo e delle mani (mudra) sia nelle meditazioni che nelle sequenze
  • Conoscenza e canalizzazione della mente
  • Posizioni particolari delle mani (mudra)
  • Un utilizzo creativo della voce, attraverso la recitazione orale, ma anche mentale di parole sacre (mantra) in Gurmuki, una forma più recente di Sanscrito
  • Una proposta articolata di stile di vita yogico con consigli alimentari, meditativi, psicologici, morali, sessuali, sia per l’uomo che la donna e la famiglia
  • Una ricca componente filosofica e concettuale della cultura indiana

Il risveglio della Kundalini

Lo scopo fondamentale di questa pratica è il risveglio dell’energia Kundalini, una latente energia di trasformazione che ognuno di noi possiede. Kundalini è il nostro potenziale di consapevolezza infinita, è una energia femminile che arriva dall’infinito.

Secondo gli antichi maestri essa giace addormentata alla base della colonna vertebrale nel primo dei sette chakra principali, Muladhara Chakra o chakra della radice; viene solitamente raffigurata come un serpente avvolto su se stesso tre volte e mezzo, la parola sanscrita kundal singifica “cerchio” o “anello” e Kundalini significa poeticamente “il ricciolo dell’amato”.

Attraverso le pratiche yogiche il praticante mira a risvegliarla, così che l’energia possa risalire all’interno della colonna vertebrale e attraversare i principali chakra, attivando i livelli di consapevolezza ad essi associati.

La risalita di questa meravigliosa energia si ferma alla sommità della testa nel settimo chakra, Sahashara, in un incontro con il polo maschile Shiva per un matrimonio mistico che apre l’umano ad una conoscenza cosmica di se stesso e del mondo.

“ Lo yoga non è mai stato descritto veramente per quello che è. È un’arte e una scienza con la quale puoi sormontare le insidie della vita. È una scienza, una conoscenza, un’arte in cui la mente e il corpo lavorano in unione e lo spirito li sostiene.” Yogi Bhajan

Benefici su corpo mente e spirito

L’ascesa della Kundalini è un processo graduale e quasi impercettibile, non porta con sé manifestazioni pericolose per la stabilità psicofisica della persona, ma un graduale senso di aumentata vitalità, presenza a se stessi, trasformazione della propria vita e una consapevolezza profonda di chi siamo.

Potremmo riassumere così i benefici principali:

  • Si può agire direttamente sul sistema nervoso centrale e periferico, distendendo le tensioni causate dallo stress quotidiano, aiutandoci a contenerne gli effetti deleteri
  • Si migliora le funzionalità del sistema immunitario e di tutti gli organi interni
  • Il corpo ritrova una nuova forza, flessibilità e tonicità
  • Le emozioni vengono canalizzate e trasformate per poter agire con serenità e equilibrio
  • Si attiva un processo totale di ringiovanimento, con un aumentato senso di benessere generale e bellezza
  • Possiamo cambiare le strutture pensiero e operare una grande trasformazione, superare il passato e aprirci al nostro potenziale creativo
  • Consapevolezza della nostra vera essenza spirituale

Uno yoga per il mondo moderno

“Questo non è lo yoga che si pratica in solitudine in cima a una montagna e fuori dalla realtà, è stato insegnato per la gente che lavora, che ha una famiglia e che è sottoposta agli stress di ogni giorno: nel mondo moderno in cui viviamo c’è una tremenda pressione, silenziosa ma precisa che ci sconvolge e ci possiede, a tal punto che non sappiamo se siamo reali o non reali”.  Yogi Bhajan

Avvicinandosi, conoscendo e praticando questa antica scienza, si scopre che è al servizio della persona, per supportarla nella propria vita quotidiana e per attuare sì una evoluzione e un risveglio personale importante, ma anche per migliorare concretamente la qualità delle relazioni, dell’ambiente di lavoro, della famiglia, generando una rinnovata scelta consapevole dei propri valori di vita. Praticare e vivere questo yoga nella sua totalità ci rende esseri ”Felici, Santi e Sani” così com’è nostro diritto di nascita su questa terra.

Scritto da
Dharma Kaur incontra il Kundalini Yoga nel 2000, nel 2006 diventa insegnante certificata KRI (Kundalini Research Institute) di primo livello e nel 2007 di Yoga per la Gravidanza Consapevole ( KRI Conscious Pregnancy©) . In questi anni ha dedicato la sua vita a diffondere questa tecnica meravigliosa con dedizione e amore insegnando tra Bologna, Rimini e Cesena e fondando l'associazione “Le vie del Dharma”. Responsabile della Collana editoriale di yoga per Il Gruppo Editoriale Macro.