Home Libreria Lo yoga in libreria - recensioni

Abitiamo un corpo fisico, ne abbiamo molti altri

           Ho scelto di scrivere questa recensione nel giorno migliore per farlo, il 31 ottobre, quando i due mondi – spirituale e fisico, o trascendente e immanente, se preferite – hanno un’unica occasione per avvicinarsi, parlarsi, vedersi.

 Alcune «leggende» narrano che nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre si apra una «finestra» sull’Aldilà e che da lì i defunti si sporgano e allunghino le braccia per intrecciare una relazione con i vivi. Suggestivo no? Altro che zombie! Halloween è solo una degenerazione di queste belle tradizioni nostrane (e non solo dell’Italia: Shimain è un’antica festa pagana, nientemeno che il Capodanno Celtico, quando il velo fra i due mondi, quello di sopra e quello di sotto, si assottiglia sempre di più fino a scomparire).

La morte come la vita

            «Siamo esseri spirituali che stanno facendo un’esperienza corporea». Questa frase è stato il mio primo «compito a casa» di un corso – molti anni fa – intitolato Vivere il morire (con lo stesso titolo c’è anche un libro edito da Effatà, Cantalupa, TO).

Il corso trattava dell’accompagnamento ai morenti, e alla fine della prima giornata uno degli insegnanti ci ha assegnato il compito di scrivere per 100 volte la frase indicata. Il compito ha funzionato perché non ho più dimenticato né le parole, né il Corso, né l’insegnamento di ripetermi ogni tanto che «non sono questo corpo».

Figuratevi quindi la mia gioia nel riprendere in mano il libro di Cyndi Dale, Il corpo Sottile, per scriverne qualcosa!

Innanzitutto vorrei richiamare l’attenzione sul sottotitolo (ricordate la famosa frase «Dio è nei dettagli»? Qualcuno la attribuisce a Gustave Flaubert, altri a Michelangelo, altri ancora all’architetto Mies Van Der Rohe).

Il sottotitolo, dicevo, è: La grande enciclopedia dell’anatomia energetica. Grande idea usare la parola «anatomia», che di solito riguarda solo il corpo fisico, anzi esclusivamente quello! Invece, con un sottotitolo così, si suggerisce che esiste un «altro» corpo, quello energetico (o «sottile» come viene spesso definito). Non solo. Si comunica che – proprio come il corpo fisico – il corpo sottile ha organi, Sistemi, circolazione, «sangue» e linfa vitale. Ed ecco allora la necessità dell’altra parola importante del sottotitolo: «enciclopedia». Non: manuale, non: elenco, non: consigli! E in effetti enciclopedica lo è davvero la mole di informazioni, schemi, disegni, Note bibliografiche, foto (per esempio quelle dei cristalli associati ai chakra, e viceversa, naturalmente).

            A proposito dei chakra  troverete altri sistemi chakrici da tutto il mondo. Io pratico, insegno e studio lo yoga (e non solo le posizioni-yoga, che sono uno strumento! Il mezzo sono gli asana, il fine è lo yoga) da più di 30 anni, ma ho letto per la prima volta in questo libro che i Cherokee sono depositari di una loro tradizione «chakrica», e che «occhi di luce» o «pozzi luminosi» sono altri modi di chiamare i centri energetici che la tradizione indù chiama «ruote».

Più controlli, più sicurezza

            In tutte le nostre case c’è un’enciclo-pedia medica al posto della wiki-pedia no? O almeno dovrebbe esserci, invece di affidarsi a internet. Un’enciclopedia in «carta e ossa» presuppone che per scriverla e pubblicarla siano stati necessari autori, revisori, correttori, verificatori delle Fonti, con un maggiore controllo sulle informazioni ecc. Ricordate che cosa disse Umberto Eco a proposito dei social media?: «I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli». Bene.

            È il momento di avere, lì accanto all’Enciclopedia medica (pur se in formato tascabile o compact), proprio sullo stesso scaffale, l’Enciclopedia dell’anatomia energetica. Perché – ricordate? – non siamo questo corpo. Semmai abitiamo questo corpo fisico, ma siamo altri corpi: quello energetico, quello mentale, quello emozionale, quelle eterico, quello sottile, appunto…

            «[…] ogni problema di salute,

            anche un semplice bendaggio di una ferita,

            influisce sul benessere spirituale,

            mentale ed emozionale del corpo [Cyndi Dale, Il Corpo Sottile. La Grande Enciclopedia dell’Anatomia Energetica]


Acquista Il Corpo Sottile

Come può un bravo medico diventare un perfetto guaritore? Come può un paziente essere pienamente informato sul suo stato di salute e ricevere cure ottimali? Per rispondere a queste domande, la famosa guaritrice Cyndi Dale ci invita ad andare oltre le consuete delimitazioni della medicina convenzionale.

Scritto da
Inizia a praticare yoga nel 1979 a Milano, la sua città natale; nel 1985 si trasferisce a Torino per frequentare la scuola di formazione triennale per insegnanti dell’Istituto Kuvalayananda, dove studia con insegnanti italiani e indiani e si diploma nel 1987. Co-fondatrice dell'Isyco (Istituto per lo Studio dello Yoga e delle Culture Orientali) di Torino, Cinzia è formatrice di insegnanti di yoga, oltre a insegnare in corsi per principianti, esperti e per la terza età. Ha pubblicato libri di yoga e di stile di vita yogico, oltre a numerosi articoli.

Scrivici un commento