Home Cos'è lo yoga Le scuole

I sentieri dello yoga - Cos'è l'Hata Yoga?

Hatha Yoga è il tipo di yoga più praticato in occidente, tant’è vero che quando gli occidentali si riferiscono in modo generico allo yoga solitamente intendono proprio questa scuola.
È il sentiero del controllo fisico, una forma di yoga che lavora sulla forza fisica e sul controllo della respirazione per prepararsi alla contemplazione e alla meditazione

Non solo uno yoga fisico

“E tu che yoga fai?” o “Che yoga si fa in questo corso?”. Queste domande, che tante volte ci sentiamo rivolgere, lasciano un po’ il tempo che trovano, perché lo yoga è uno (anzi la parola stessa deriva dalla radice sanscrita juy, che significa anche “unione”). Ma in Occidente, si sa, tendiamo a parcellizzare tutto. E così in genere alla domanda suddetta si risponde: “Hatha Yoga”, che è un po’ come rispondere che facciamo uno yoga “solo” fisico.
Lo yoga è una disciplina composta di molte parti (o “membra”, come a volte vengono chiamate), ed è molto difficile che mentre facciamo una posizione (asana) non respiriamo anche in un certo modo (pranayama) e non viviamo un certo stato d’animo assimilabile alla concentrazione (dharana). Quindi in realtà dire “faccio Hatha Yoga” non significa fare solo yoga fisico.

Hata yoga: il sole e la luna

Hatha, letteralmente significa sforzo violento, ma il suo significato è più complesso. La parola è composta da ha (sole) e tha (luna), anche riferendosi al passaggio dell’aria nella narice destra (assimilata al sole) e nella narice sinistra (assimilata alla luna). Quindi lo Hatha Yoga vuole rappresentare l’insieme dei due respiri. Possiamo vedere nei due astri – il sole e la luna – anche il maschile e il femminile, il caldo e il freddo, il giorno e la notte, il cuore e la ragione, la testa e la “pancia”… Nello Hata Yoga tutte le dualità e gli opposti che ci vengono in mente mirano ad essere riuniti, e a funzionare in armonia. Lo Hata Yoga ha infatti come scopo di raggiungere il samadhi, cioè l’annullamento della dualità, perché se il cuore e la ragione collaborano viviamo meglio e prendiamo decisioni migliori.

Posizioni, respiro, gesti

Lo Hatha Yoga intende realizzare l’ambizioso progetto di far funzionare in armonia le due parti che compongono ogni cosa tramite delle posizioni (asana) e il controllo del soffio vitale (pranayama), che ne costituicono la parte centrale e più importante. Abbastanza importanti sono poi le tecniche di purificazione corporea (shatkarman) e le contrazioni (bandha) di determinate parti del corpo, che accompagnano la ritenzione del respiro. Ancora, un’importanza particolare rivestono poi nello Hatha Yoga, i mudra (letteralmente sigilli), gesti che hanno lo scopo di sigillare l’energia all’interno del corpo.

Lo yoga è uno

Per ribadire il concetto da cui siamo partiti, gli stadi più elevati dello Hatha Yoga corrispondono a quelli di un “altro” yoga, il raja yoga (o yoga delle otto membra): la ritrazione dei sensi dagli oggetti esterni (pratyahara), la meditazione (dhyana) e il samadhi, l’annullamento della dualità, il momento più alto dell’esperiena yogica.

Fra i trattati più importanti dello hatha yoga c’è l’Hathayoga-pradipika, di Svatmarama, risalente al secolo xv, la Gheranda-samhita e la Siva-samhita.

Scritto da
Inizia a praticare yoga nel 1979 a Milano, la sua città natale; nel 1985 si trasferisce a Torino per frequentare la scuola di formazione triennale per insegnanti dell’Istituto Kuvalayananda, dove studia con insegnanti italiani e indiani e si diploma nel 1987. Co-fondatrice dell'Isyco (Istituto per lo Studio dello Yoga e delle Culture Orientali) di Torino, Cinzia è formatrice di insegnanti di yoga, oltre a insegnare in corsi per principianti, esperti e per la terza età. Ha pubblicato libri di yoga e di stile di vita yogico, oltre a numerosi articoli.
Potrebbe interessarti anche
1 risposta a questo articolo
  1. Pratico yoga “in solitudine” e mi trovo perfettamente in sintonia con quanto detto a proposito della “unità” dello yoga; tuttavia mi sembra di poter dire che l’unione , in un asana, della postura fisica con la concentrazione mentale possa essere finalizzato ad una migliore vita”fisica”, quindi alla salute del corpo.

Scrivici un commento