Home Facciamo yoga Meditazione

Meditare in autonomia: attivare il sistema dei chakra e sentirsi una meraviglia!

Questa meditazione stimola tutto il sistema dei chakra e infonde una sensazione di profondo benessere: ci si sente letteralmente una meraviglia!

Estate sul tappetino: consigli per la pratica autonoma dello yoga

Hai mai pensato di fare yoga tutti i giorni?

Questo articolo fa parte di una serie di proposte e consigli per praticare yoga da soli, che ci accompagnerà per tutta l’estate 2015.

Vuoi scaricare il Diario Yoga e iniziare la tua pratica personale?
Il tuo percorso inizia qui!

La puoi abbinare alla sequenza di Kundalini Yoga per ricaricare le energie che ti abbiamo proposto come suggerimento per la pratica autonoma.

Stimolare il sistema dei chakra e sentirsi una meraviglia!

Titolo originale: Stimulate Your Chakra system and Feel Wonderful

Questa meditazione è stata originariamente insegnata da Yogi Bhajan il 20 dicembre 1999; è tratta dal manuale “Reaching me in me” edito dal Kundalini Research Institute.

Posizione
Siediti a terra a gambe incrociate, o su una sedia o un cuscino se ne hai bisogno.
Tieni la testa in un leggero Jalandhara Bandha e la colonna vertebrale stabilmente diritta per tutta la durata della meditazione.

la posizione per la meditazione

 

Mudra e posizione delle braccia
Porta le dita della tua mano sinistra sulla fronte a toccare il punto del “terzo occhio” ( la zona in mezzo alle sopracciglia). Stendi il braccio destro in avanti, parallelo al pavimento, con il palmo della mano rivolto verso il lato sinistro. Tieni la posizione più stabilmente che puoi.

Posizione degli occhi
Gli occhi sono chiusi, la focalizzazione non è stata segnalata.

Respiro
Respira lentamente, profondamente e completamente dal naso. Medita silenziosamente. Ricarica il tuo corpo con energia.

Tempo
Incrementa lentamente fino ad arrivare a un tempo massimo di 18 minuti.

Per chiudere la meditazione

  • per 2 volte: mantenendo la posizione delle braccia, inspira con il naso, tieni l’aria dentro contraendo Mulabandha per 5-10 secondi, espira rilassando la contrazione;
  • per 1 volta: inspira con il naso intreccia le mani tra di loro e stira le braccia e la colonna verso l’alto mentre contrai Mulabandha per 10-15 secondi, espira e rilassa.

Commento

Questo kriya serve a gestire la pressione dell’Era dell’Informazione. Man mano che esegui la posizione, il tuo respiro cambierà. Usa il respiro, l’energia del prana, per aiutarti. Tieni il braccio destro disteso parallelo al suolo, per collegarti al campo magnetico della terra; la mano sinistra è all’altezza della tua ghiandola pituitaria per bilanciare il cielo. La forza del tuo respiro diventerà man mano più prolungata e potente. Il tuo corpo inizierà a sentire dolore: questo dolore ti darà resistenza, la capacità di resistenza ti solleverà al di sopra della tua situazione e, una volta che ne sarai al di sopra, avrai tutto sotto controllo.

 

 

 

 

Scrivici un commento