Home Libreria Lo yoga in libreria - recensioni

Enciclopedia dello yoga, di Stefano Piano - recensione

Enciclopedia dello yoga, Stefano Piano, Promolibri Magnanelli

Da Abbandono (nel senso di rinuncia) a Zen (in effetti, l’unica voce con la “Z”), passando per le asana più importanti e note, ciascuna con la sua spiegazione e il disegno stilizzato (le illustrazioni sono di Sergio Demichelis, Lia Mele e Gabriella Godio). Fra i collaboratori alla stesura delle voci ci sono stata anch’io, e anche per questo mi sento di consigliare vivamente questo utile strumento di lavoro.

Per stampare i nomi sanscriti l’editore ha optato per il sistema ufficiale di traslitterazione della scrittura nâgari fissato dal Congresso degli orientalisti (così possiamo vedere anche come si scrivono certi vocaboli). È in effetti l’unica enciclopedia italiana sull’argomento, certo non è un caso che l’editore sia un filosofo e un dotto sanscritista, e che l’autore/curatore sia un docente universitario al Dipartimento di orientalistica di Torino (Indologia, Sanscrito, Lingue e Letterature arie moderne dell’India sono state le sue materie). Ora Stefano Piano è in pensione, ma insegna nei corsi di formazione per insegnanti di yoga ed è continuamente invitato a tenere dotte e divertenti conferenze, in cui spesso racconta dei suoi molti viaggi in India.

L’Enciclopedia dello yoga è un indispensabile supporto per chiunque si interessi di yoga, a qualunque livello: per insegnarlo, per praticarlo, per scriverne, per studiare, per approfondire. È in preparazione la versione in lingua inglese; è di un comodo formato, maneggevole, nonostante le molte pagine; ne esistono due versioni, una con copertina rigida, più costosa, e una in brossura, ma in ogni caso vale assolutamente la spesa. L’opera è completata e arricchita da sette pagine di bibliografia con titoli suddivisi per argomento: yoga in pratica, shivaismo, tantra, biografie, vedanta, Bhagavad-Gita, ecc.

Traggo dalla quarta di copertina questi ultimi dati editoriali:

  • Oltre 1000 voci disposte in ordine alfabetico, con un completo sistema di rimandi (ad es. dal termine italiano al sanscrito)
  • Oltre 100 illustrazioni (mantra in caratteri nâgari, foto dell’India, di statue, di divinità, di Gandhi e di altri maestri…, NdR)
  • 300 disegni di âsana e mudrâ con relative varianti
  • Un’équipe di 14 collaboratori altamente specializzati diretti da un indologo di chiara fama
  • Una completa, limpida esposizione dei vari aspetti dello yoga (bhakti-yoga, jñâna-yoga, hatha-yoga, karma-yoga, kundalinî-yoga, râja-yoga ecc.)
  • Una seria e documentata informazione sui principali temi della cultura tradizionale e del pensiero filosofico-religioso dell’India

Enciclopedia dello yoga, Stefano Piano, Promolibri Magnanelli

 

Scritto da
Inizia a praticare yoga nel 1979 a Milano, la sua città natale; nel 1985 si trasferisce a Torino per frequentare la scuola di formazione triennale per insegnanti dell’Istituto Kuvalayananda, dove studia con insegnanti italiani e indiani e si diploma nel 1987. Co-fondatrice dell'Isyco (Istituto per lo Studio dello Yoga e delle Culture Orientali) di Torino, Cinzia è formatrice di insegnanti di yoga, oltre a insegnare in corsi per principianti, esperti e per la terza età. Ha pubblicato libri di yoga e di stile di vita yogico, oltre a numerosi articoli.

Scrivici un commento