Home Stile di vita

5 app per lo yoga

Quali sono le app più utili per la pratica dello yoga?
Smartphone e tablet fanno ormai parte della quotidianità di molti di noi. Oltre ad aiutarci a comunicare, a scattare fotografie, a tenere la contabilità o a consultare il meteo, i dispositivi mobili possono esserci utili anche per praticare yoga e meditare?
In effetti può essere decisamente comodo avere sempre a portata di mano un programma di yoga, magari con video esplicativi e musiche di accompagnamento, per praticare yoga quando se ne presenti l’occasione – in casa, in viaggio, all’aperto.

Le applicazioni per il fitness e la salute sono da tempo una categoria tra le più popolari negli store dei diversi sistemi operativi mobile. Con la crescente diffusione dello yoga nel mondo, si sono moltiplicate anche le app dedicate a questa disciplina; alcune offrono guide che riguardano il lato più “fisico” della pratica delle asana, ma molte includono anche strumenti utili per la meditazione e il pranayama.

Con un’offerta così ampia è facile non sapere come orientarsi: oggi vi raccontiamo cinque app che abbiamo provato.

App per lo yoga - YogaCom StudioYoga.com Studio

Nasce da una costola del sito omonimo, un portale americano che vende corsi di yoga in video.
L’app è ben organizzata, ha un’interfaccia molto gradevole e di semplice utilizzo e tutto, dall’interfaccia alle lezioni, è tradotto in italiano. Include 45 programmi yoga di vario tipo, organizzati per le tipologie Principiante, Equilibrio, Flessibilità, Schiena rinforzata, Riscaldamento articolazioni, Respirazione, Forma fisica, Rilassamento, Prevenzione, Salute.
I programmi durano dai 30 ai 70 minuti e sono composti da tracce audio che spiegano nel dettaglio le asana nell’ordine di esecuzione, includendo le transizioni da una all’altra e come coordinarle alla respirazione; le immagini a supporto della lezione sono statiche, non si tratta di video, ma sono comunque molto chiare e perfettamente sincronizzate con la scansione della sequenza.
La sezione Posizioni Base riepiloga le principali asana, fornendo per ciascuna una descrizione sia scritta che audio, un video che mostra l’esecuzione corretta e un grafico che illustra la muscolatura coinvolta nella posizione.
Uno strumento molto utile è il calendario che tiene traccia automaticamente dei programmi completati giorno per giorno, oltre a fornire un aforisma del giorno legato allo yoga.
Non è del tutto convincente invece la sezione Inspire, una sorta di Instagram in cui condividere le foto della propria pratica: è tecnicamente sofisticato come servizio all’interno di un’app, ma siamo certi che sia in linea con lo spirito dello yoga confrontare i propri risultati?

Yoga.com Studio è disponibile per i sistemi operativi iOS, Android e Windows Phone, il prezzo si aggira sui 3,59€.

app2Semplicemente Yoga GRATIS

Questa app a differenza di molte altre è completamente gratuita  (come il nome stesso grida a lettere maiuscole).
In realtà si tratta di un “assaggio”: esiste infatti una versione completa, con più esercizi personalizzabili e senza pubblicità, naturalmente a pagamento.

L’interfaccia della versione gratuita è molto spartana e include alcuni banner pubblicitari, non ci sono strumenti per la personalizzazione delle sequenze e include un unico programma in tre varianti da 20, 40 o 60 minuti.

I video che illustrano il programma però sono ben fatti e chiari da seguire, può valere la pena provare l’applicazione – sempre che si parli inglese, dato che a differenza dell’interfaccia i video non sono stati tradotti in italiano.

Semplicemente Yoga GRATIS è disponibile per iOS e Android, in download gratuito.

app4Daily Yoga

Anche Daily Yoga è completamente in inglese e solo parte del suo contenuto è gratuito.
L’interfaccia è però più curata e include video gratuiti per diciassette asana e undici sequenze, tra cui il saluto al sole, esercizi di pranayama e meditazione per principianti.
La sezione Yoga Music permette di scaricare sei pezzi musicali gratuiti per l’accompagnamento della pratica, una caratteristica piuttosto utile.
Pagando un abbonamento mensile di 2,92$ o 4,33$ è possibile accedere a tutti i contenuti video e audio della piattaforma.

Daily Yoga è disponibile per tutti i principali sistemi operativi mobile: iOS, Android e Windows Phone.


app3
TrackYoga

Anche TrackYoga è un’app in lingua inglese che propone un set di sequenze gratuite in video, con la possibilità di acquistare dall’applicazione stessa contenuti aggiuntivi.
TrackYoga non si differenzia molto dalle altre app. Permette di visualizzare una sequenza per intero oppure rivedere le singole posizioni che la compongono (utile per ripassare al volo la corretta esecuzione di un’asana).
A differenza di applicazioni più concentrate sul lato dinamico delle sequenze, TrackYoga fornisce alcuni programmi finalizzati al rilassamento e al benessere psicofisico.
Tutti i contenuti gratuiti sono comunque rivolti a un pubblico di principianti.

TrackYoga è disponibile per smartphone e tablet iOS.

app5Omvana

Per concludere, un’app che non riguarda direttamente lo yoga. Omvana è una piattaforma da cui scaricare, gratuitamente o a pagamento, musica per la meditazione e suggerimenti per il rilassamento guidato.
Anche in questo caso i testi delle guide sono in inglese, ma le tracce musicali per la meditazione valgono un ascolto.

Omvana è disponibile per smartphone e tablet iOS.

2 risposte a questo articolo
  1. Io con Daily Yoga mi trovo molto bene (ovviamente con anni di corsi alle spalle), ho provato la modalità PRO a pagamento, ma devo dire che mi è sembrata molto “fitness” e poco Yoga, quindi preferisco la versione base. Credo sia un’app valida per i periodi non cui non si seguono corsi.

    • Sì, anch’io penso che fare yoga in autonomia seguendo i consigli di video o app sia consigliabile per chi già ha esperienza maturata sotto la guida di un insegnante. Possono essere molto utili d’estate, quando i corsi per lo più sono sospesi!

Scrivici un commento